ASIA/MALAYSIA - Avvento in tempo di pandemia: "Dio guarisce attraverso le mani dei medici", dicono i Vescovi

sabato, 28 novembre 2020 pandemia   liturgia   vescovi   coronavirus   fede   evangelizzazione   avvento  

Keningau (Agenzia Fides) - I fedeli cattolici cattolici sono chiamati a costruire una solida e profonda relazione con Dio tra tante sfide sociali, economiche e culturali che si affrontano come quella della pandemia di Covid-19; e il tempo di Avvento è un tempo favorevole per questo cammino spirituale: lo affermano due Vescovi cattolici della Malaysia nei rispettivi messaggi, pervenuti all'Agenzia Fides, inviati alla vigilia del nuovo Anno liturgico e dell'inizio dell'Avvento.
“Durante questa vita, dobbiamo costruire una fede viva che sia testimonianza per il prossimo”, ha detto il Vescovo Cornelius Piong, della Diocesi di Keningau nel suo messaggio pastorale per l'Avvento. "Tutti i cattolici devono essere grati a Dio per le molte opportunità e benedizioni che ha dato all'umanità e devono essere uniti, radicati e edificati sulla roccia che è Gesù Cristo", afferma il Vescovo.
“Fratelli e sorelle - esorta il testo - come seguaci e discepoli di Gesù, durante la pandemia Covid-19 ci sentiamo tutti certamente ansiosi. Durante tutto questo Avvento concentriamo la nostra direzione di vita su Gesù, espressione dell'amore, della partecipazione e della salvezza di Dio per noi. Cerchiamo di avere fede nel messaggio di Gesù: "Non lasciate che i vostri cuori siano turbati. Credete in Dio; confidate in me "(Gv 14, 1)", scrive il vescovo Piong.
Sulla stessa lunghezza d'onda, l'Arcivescovo John Wong, della comunità di Kota Kinabalu, nel suo messaggio dell'Avvento afferma: “Le nostre vite sono messe alla prova, la nostra fede è spinta sull'orlo del baratro. Ci si potrebbe chiedere; quando finirà? Cos'altro succederà l'anno prossimo? Dov'è Dio? Non si cura di noi? Entrando nel tempo dell'Avvento, chiediamo a Dio la saggezza poiché la Scrittura promette che la saggezza è prontamente trovata da chi la cerca! (Sap 6,12)". L'umanità, nota il messaggio, "ha bisogno della saggezza per guardare alla vita e ai suoi avvenimenti con lo sguardo di Dio e viverli con fede".
"Quando ci prendiamo del tempo per fermarci ed entrare in noi stessi, nei nostri cuori, riusciamo a scorgere la mano di Dio all'opera in mezzo al caos e alle tante sfide. Mentre il numero di casi Covid-19 aumenta ogni giorno, notiamo che il numero di pazienti che guariscono ogni singolo giorno è altrettanto significativo . Dio guarisce, attraverso le mani dei nostri medici", rileva.
Mons. Wong esorta i credenti a ringraziare Dio per tutte le benedizioni, anche nelle difficoltà: "Se i nostri piani sono stati rovinati dalla pandemia e ci è stato chiesto di restare in casa per la maggior parte dell'anno, questo tempo è utile per restaurare veramente il nostro rapporto con il Signore, con le nostre famiglie , con i nostri cari. E' un tempo di grazia che ci è stato dato . C'è davvero tanto per cui essere grati, in mezzo a questa tempesta".
Le diocesi di Keningau e Kinabalu si trovano a Sabah, uno stato malaysiano che occupa la parte settentrionale dell'isola del Borneo. La Federazione della Malaysia è un paese multietnico, multiculturale e multireligioso. La popolazione è composta da quasi 32,7 milioni di persone, il 60% musulmane. I cattolici rappresentano il 4% della popolazione.
(SD-PA) (Agenzia Fides 28/11/2020)


Condividi: