OCEANIA/ISOLE SALOMONE - La radio, strumento di comprensione interculturale: seminario di formazione per giovani - La rete delle radio cattoliche rafforza l’unità di un popolo

lunedì, 30 maggio 2005

Honiara (Agenzia Fides) - Utilizzare la radio come luogo di comunicazione, strumento di comprensione interculturale e di interazione, occasione di dialogo e di confronto: per crear questa coscienza nei giovani dell’arcipelago delle Isole Salomone, l’Ufficio Comunicazioni della Conferenza Episcopale ha organizzato di recente un seminario rivolto in particolar modo agli studenti delle scuole, incentrato sulle funzioni e possibilità del mezzo radiofonico.
Il seminario si inserisce nella linea di riflessione, lanciata dalla Giornata Mondiale per le Comunicazioni, sul tema della comprensione fra popoli e culture. I relatori intervenuti hanno definito la radio “teatro dell’anima”, a voler dire che essa è un luogo in cui si ripropongono i dibattiti, la varietà, le diverse scelte e tendenze dell’animo umano.
Dopo una sessione di formazione, gli studenti hanno anche svolto un workshop applicato, in cui si sono cimentati direttamente con la registrazione e produzione di interventi e programmi radiofonici.
La Commissione per le Comunicazioni Sociali, in seno alla Conferenza Episcopale delle isole, ha ricordato ai giovani che i mass media devono trasmettere valori e che costituiscono un “nuovo pulpito” da cui annunziare la Buona Novella.
Nell’arcipelago della Salomone la Parola del Vangelo viaggia da alcuni mesi anche nell’etere: nel febbraio scorso ha iniziato le trasmissioni “Radio Bosco”, nuova emittente radiofonica lanciata dai padri Salesiani, con programmi di istruzione, notizie, musica, temi religiosi, e la trasmissione della la Santa Messa in diretta.
(PA) (Agenzia Fides 30/5/2005 righe 24 parole 287)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network