ASIA/INDIA - Oltre 500 agenti di polizia per proteggerlo: salvo un Collegio cattolico

mercoledì, 17 gennaio 2018 induismo   politica   minoranze religiose   libertà religiosa   libertà di coscienza   estremismo   diritti umani  

La polizia davanti al Collegio cattolico

New Delhi (Agenzia Fides) - Oltre 500 poliziotti sorvegliano il St .Mary's College nella città di Vidisha, nel Madhya Pradesh, per scongiurare l'attacco da parte di militanti del movimento estremista "Akhil Bharatiya Vidyarthi Parishad" (ABVP), corpo studentesco del partito Bharatiya Janata Party (BJP), formazione politica al governo in diversi stati indiani nonché a livello federale. Il BJP e gruppi affiliati come ABVP hanno tacitamente approvato che militanti induisti cerchino di prendere il controllo o di violare la libertà e l'impegno di scuole cristiane nel Madhya Pradesh, nell'India centrale e in altre parti del paese.
Lo scorso 4 gennaio, la polizia aveva sventato il tentativo di ABVP di entrare nel St Mary's College di Vidisha per compiere il rito induista del "Bharat Mata Aarti" (vedi Fides 4/1/2018 e 9/1/2018). I gruppi estremisti avevano minacciato di prendere d'assalto il St Mary's College e di realizzare il rito con la forza il 16 o il 17 gennaio.
Percependo il pericolo, l'Associazione cattolica diocesana del Madhya Pradesh ha interpellato la polizia e le istituzioni civili, cercando protezione per le sue istituzioni educative.
"Il 15 gennaio, il procuratore generale aggiunto del Madhya Pradesh ha dato all'Alta Corte di Jabalpur la garanzia di una piena protezione del Collegio. Va detto che hanno mantenuto la parola. Il 16 gennaio sono stati dispiegati oltre 500 agenti di polizia completamente equipaggiati", rileva all'Agenzia Fides Mons. Theodore Mascarenhas, SFX, Segretario generale della Conferenza episcopale indiana. Secondo i rapporti ufficiali, circa 32 leader estremisti sono stati arrestati preventivamente il 15 e il 16 gennaio.
Alcuni agitatori sono stati fermati ben prima di giungere davanti al Collegio. E senza dei leader che coordinassero l'azione, i propositi violenti sono falliti.
"Il Ministro degli Interni dell'Unione, Rajnath Ram Badan Singh, e l'Amministrazione del Madhya Pradesh meritano le nostre congratulazioni e la nostra gratitudine. Crediamo anche nel potere della preghiera. Chiediamo il continuo sostegno e le preghiere di tutti", ha detto a Fides il Vescovo Mascarenhas.
La scorsa settimana, la Chiesa cattolica del Madhya Pradesh ha presentato una petizione scritta all'Alta Corte di Jabalpur chiedendo protezione contro gruppi di militanti estremisti che violano la libertà di religione garantita dalla Costituzione. La petizione è stata accolta il 15 gennaio e di conseguenza la polizia ha assicurato la legittima protezione. (SD) (Agenzia Fides 17/1/2018)


Condividi: