AFRICA/SOMALIA - Aiuti a Mogadiscio di Ong e Chiesa cattolica dopo il maxi attentato

venerdì, 27 ottobre 2017 terrorismo   cooperazione   solidarietà   società civile   ong  

Perigeo

Mogadiscio (Agenzia Fides) - A pochi giorni dal sanguinoso attentato a Mogadiscio avvenuto per mano di Al-Shabaab, gruppo terroristico somalo, che ha causato la morte di oltre trecento persone e centinaia di feriti (vedi Fides 16/10/2017), Perigeo Onlus ha inviato a Mogadiscio un team di ricognizione composto da Gianluca Frinchillucci, Direttore Strategico della Perigeo che cura i rapporti con la Somalia; Francesco Saverio Giovagnoli e il medico Claudio Tabarretti, in coordinamento con l'ambasciatore somalo in Italia, Abdirahman Sheik Issa Mohamed, e con il generale Scech Aues Mao' Mahad, addetto alla Difesa dell'ambasciata.
Riferisce a Fides Frinchillucci: “E’ stata avviata una verifica delle condizioni delle strutture locali per organizzare una rete di aiuti raccogliendo le indicazioni dei direttori sanitari impegnati nell’affrontare l’emergenza dovuta all’atto terroristico. Le informazioni ottenute verranno utilizzate da Perigeo per avviare, insieme ad altre onlus e realtà italiane che intendono fornire un aiuto concreto alle strutture sanitarie somale, una raccolta di medicinali e attrezzature voluta e coordinata dall'ambasciata della Somalia a Roma”.
“Le istituzioni locali che hanno accolto i responsabili di Perigeo Italia, continua Frinchillucci, sono convinte che solo azioni concrete con impegni culturali e presenza fisica internazionale possono essere utili a far fronte alla minaccia terroristica”.
La Ong opera nel Corno d’Africa dal 2004 ed è presente in Somalia dal 2010 attraverso progetti di cooperazione internazionale anche a sostegno delle strutture sanitarie locali attraverso la donazione di medicinali in collaborazione, tra gli altri, con mons. Giorgio Bertin, Amministratore Apostolico di Mogadiscio e Presidente di Caritas Somalia. Insieme a Caritas Somalia la Perigeo è attiva nella realizzazione di una scuola di pesca e ha già realizzato più di 100 pozzi d’acqua.
(GF/AP) (27/10/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network