AMERICA/MESSICO - I giovani messicani, potenziale per il presente e il futuro dell'evangelizzazione

mercoledì, 25 ottobre 2017 chiese locali   sinodo dei vescovi   giovani   animazione missionaria   evangelizzazione  

Città del Messico (Agenzia Fides) – “La Chiesa messicana è consapevole della ricchezza che rappresentano gli adolescenti e i giovani per la nazione, e in comunione con la Chiesa universale che si prepara a celebrare il Sinodo dei Vescovi sul tema ‘I giovani, la fede e il discernimento vocazionale’, noi Vescovi del Messico abbiamo deciso di indire da ottobre 2017 a ottobre 2018 l’Anno della gioventù per la nostra Chiesa messicana”. Così si esprime la Conferenza Episcopale Messicana (CEM) che pone come obiettivo principale di questo periodo l'evangelizzazione della gioventù, “nella profonda convinzione che i giovani siano un reale potenziale per il presente e il futuro dell'evangelizzazione nel mondo”.
L’Anno della Gioventù è stato inaugurato a livello nazionale nella Giornata Missionaria Mondiale, domenica 22 ottobre, nella Basilica della Madonna di Guadalupe, con la Messa presieduta dal Nunzio apostolico, Mons. Franco Coppola, concelebrata da Vescovi e sacerdoti che si occupano della pastorale giovanile in tutto il paese. Hanno partecipato numerosi rappresentanti dei giovani e degli operatori pastorali del mondo giovanile delle 18 circoscrizioni ecclesiastiche messicane. Domenica prossima, 29 ottobre, l’Anno della Gioventù sarà aperto con particolari celebrazioni nelle Cattedrali e nei Santuari più significativi delle singole diocesi messicane.
Consapevoli delle luci e delle ombre che contraddistinguono il mondo giovanile, i Vescovi hanno predisposto per questo Anno un programma di riflessione e di azione, incentrato sul tema del Sinodo, che incoraggi il protagonismo dei giovani nella missione della Chiesa e nella trasformazione del mondo, promuovendo la pace, la misericordia, il bene comune, lo sviluppo dei popoli, la civiltà dell'Amore. In questo Anno la società, il governo e la Chiesa dovranno porsi in atteggiamento di ascolto costruttivo degli adolescenti e dei giovani, non considerandoli un problema ma una ricchezza, fiduciosi nel potenziale che le nuove generazioni rappresentano per il presente e il futuro del paese.
“Questo Anno della Gioventù – prosegue il testo dei Vescovi, pervenuto all’Agenzia Fides - è il percorso che vogliamo fare per dimostrare le grandi qualità e i talenti della gioventù, la loro ricchezza, la loro speranza e la loro dignità. Che questo cammino sia unito al Sinodo dei Vescovi, che questo contributo in questo momento della storia ci aiuti a trovare come Chiesa anche le modalità più efficaci di oggi per annunciare la gioia del Vangelo, che produce la vita in pienezza”.
Il Messico ha una popolazione di 121 milioni di abitanti, è il secondo stato più popolato dell’America Latina dopo il Brasile, circa la metà dei messicani ha meno di 20 anni. Tra i maggiori problemi che affliggono i bambini e i giovani figurano l’evasione scolastica, il lavoro minorile, il fenomeno dei bambini di strada, il consumo di droga fin dalla più tenera età, il narcotraffico e la violenza, che assolda facilmente i giovani per le attività criminali. La Chiesa cattolica gestisce 243 orfanotrofi e 105 giardini d’infanzia, inoltre 3.059 scuole materne, 2.473 scuole primarie, 2.324 scuole medie, segue 51.234 alunni degli istituti superiori. (SL) (Agenzia Fides 25/10/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network