AMERICA/PANAMA - I Vescovi: “per una nazione è una priorità stabilire e garantire la giustizia”

sabato, 2 settembre 2017 giustizia   corruzione   società civile   chiese locali  

Panama city (Agenzia Fides) – La Conferenza Episcopale di Panama (CEP) esprime la sua “profonda preoccupazione per le dichiarazioni del procuratore Kenia Porcell sulle pressioni e le minacce verso i funzionari che portano avanti le indagini sui casi di corruzione”. Così inizia il breve comunicato dei Vescovi di Panama, che porta la data del 31 agosto, inviato all’Agenzia Fides.
Nel testo i Vescovi chiedono “la fermezza del Pubblico Ministero nell’amministrazione della giustizia, rispettando il dovuto processo e la presunzione di innocenza per arrivare a conoscere la verità in ogni caso denunciato”. Inoltre esortano l'organo giudiziario che garantisce l’indipendenza dell’amministrazione della giustizia “perché sia libero da pressioni di qualsiasi natura che contravvengano alla sua missione”.
I Vescovi concludono affermando che “per una nazione è una priorità stabilire e garantire la giustizia, senza la quale non c’è ordine né sviluppo sostenibile e integrale, ancora meno la pace sociale”.
Secondo i media locali, una sentenza della Corte Suprema del Panama ha annullato un'inchiesta sul presunto acquisto irregolare di radar italiani, scatenando un acceso dibattito nel paese e dure critiche alla magistratura.
(CE) (Agenzia Fides, 02/09/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network