AMERICA/PARAGUAY - “La giustizia non arriva a Chaco” denuncia il Vicario Apostolico

lunedì, 21 agosto 2017 diritti umani   vescovi   indigeni  
“La giustizia non arriva a Chaco” denuncia il Vicario Apostolico

“La giustizia non arriva a Chaco” denuncia il Vicario Apostolico

El Chaco (Agenzia Fides) – Mons. Gabriel Narciso Escobar Ayala, S.D.B., Vicario Apostolico di Chaco Paraguayo (Paraguay) ha denunciato l'irresponsabilità nella gestione giudiziaria dei difensori pubblici che hanno vinto il concorso per lavorare nel dipartimento del Alto Paraguay. La maggior parte dei vincitori del concorso, una volta ottenuta la posizione, grazie a favori politici, riesce ad evitare di lavorare nella zona e ottengono di essere spostati in altre regioni.

In una nota inviata all’Agenzia Fides, Mons. Escobar, ricorda che l’ufficio del difensore pubblico, costituito in quel dipartimento nel 2015, prevede quattro difensori. Da quella data solo uno lavora effettivamente nella zona, gli altri tre operano in altre regioni.

"È vero che in questo dipartimento la popolazione è scarsa, ma la sua grande estensione, molto più ampia di altre regioni del Paese, rende impossibile ad una sola persona fornire assistenza a tutti i suoi abitanti", ha detto Mons. Escobar.

"Ci sono molte persone umili nella zona, specialmente coloro che lavorano negli allevamenti, o come operai e che vengono sfruttati dai datori di lavoro e non ricevono lo stipendio che meritano per legge. Queste persone, senza assistenza legale, si rivolgono al Vescovo perché non possono permettersi di assumere un avvocato privato, ma quello che io posso dare loro è solo l’assistenza spirituale" ha concluso Mons. Escobar.

(CE) (Agenzia Fides, 21/08/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network