ASIA/FILIPPINE - Condanna da Mons. de la Peña all'uso di ostaggi come bombe umane

venerdì, 18 agosto 2017 guerre   violenza   vescovi  
Condanna da Mons. de la Peña all'uso di ostaggi come bombe umane

http://cbcpnews.net

Condanna da Mons. de la Peña all'uso di ostaggi come bombe umane

Manila (Agenzia Fides) – Un vescovo cattolico ha deplorato i presunti piani del gruppo Maute, ispirato dallo "stato islamico", che prevede usare degli ostaggi civili come attentatori suicidi contro le forze di sicurezza.
La nota pervenuta dalla Conferenza Episcopale delle Filippine riferisce che Mons. Edwin de la Peña y Angot, M.S.P., vescovo della prelatura di Marawi ha detto che queste azioni "disperate" da parte dei militanti meritano una forte condanna.
"Orribile! Da condannare! Questi terroristi sono davvero disperati e per questo lo stanno facendo", ha detto Mons. de la Peña.
"Quello che fanno (militanti) è tremendo e sperano poi che il governo li ascolti", ha detto.
Mentre la situazione di scontri continua, i militari hanno dichiarato che meno di 40 militanti rimangono nella zona di guerra quasi tre mesi dopo che centinaia di uomini armati hanno cercato di assumere la città (Vedi Fides 6/07/2017).
Secondo i rapporti, circa 46 civili sono stati ostaggi dai terroristi, tra cui il sacerdote cattolico padre Teresito "Chito" Suganob, il Vicario Generale della prelatura di Marawi.
(CE) (Agenzia Fides, 18/08/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network