AMERICA/COLOMBIA - I Vescovi rinnovano l’appello per la liberazione di suor Gloria, coinvolti 4 paesi

martedì, 4 luglio 2017
 I Vescovi rinnovano l’appello per la liberazione di suor Gloria, coinvolti 4 paesi

I Vescovi rinnovano l’appello per la liberazione di suor Gloria, coinvolti 4 paesi

Bogotà (Agenzia Fides) – Dopo aver appreso del video in cui appare la religiosa colombiana suor Gloria Cecilia Narváez, rapita da Al Qaeda in Mali, il 7 febbraio scorso (vedi Fides 8 e 9/02/2017), il Presidente della Conferenza Episcopale della Colombia, Sua Ecc. Mons. Luis Augusto Castro Quiroga, si è rallegrato perché la suora è viva, e ha detto che la Chiesa colombiana farà una richiesta alle organizzazioni internazionali per arrivare al suo rilascio al più presto.
"La nostra Assemblea dei Vescovi, che inizia lunedì 3 luglio, sarà per noi l'occasione per effettuare un appello internazionale a tutti gli organismi e a coloro che hanno rapito la suora. Si tratta di una religiosa e anche di una colombiana, quindi speriamo che dal lato della diplomazia si riesca ad ottenere qualcosa" ha detto Mons. Castro Quiroga intervistato da Radio Blu. Il Presule ha osservato che i paesi coinvolti per il rilascio della religiosa sono quattro: Francia, Spagna, Mali e Colombia.
La nota pervenuta a Fides informa anche che la Congregazione delle Suore Francescane di Maria Immacolata, comunità a cui appartiene suor Gloria Cecilia, ha chiesto un pronto intervento del governo nazionale colombiano per intensificare le ricerche della religiosa.
Suor Gloria è stata rapita la sera del 7 febbraio a Koutiala, nel sud del Mali, in una zona considerata tranquilla, non ancora toccata dall’insicurezza che colpisce altre zone del paese. Intorno alle 21 un gruppo di uomini armati ha fatto irruzione nella parrocchia di Karangasso, sequestrando la suora e fuggendo con l’autovettura della parrocchia, portando via denaro e computer. Al momento del rapimento gli uomini che prelevarono la suora dichiararono di essere jihadisti.
(CE) (Agenzia Fides, 04/07/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network