AMERICA/NICARAGUA - Oltre mille bambini lavoratori impegnati nei mercati di Managua

lunedì, 19 giugno 2017

Internet

Managua (Agenzia Fides) – Centinaia di bambini e bambine vulnerabili di Managua abbandonano la scuola per andare a lavorare nei mercati della città. Molti di loro sono figli degli stessi commercianti. L’Istituto Nicaraguense per la Promozione Umana (Inprhu) stima che nei mercati di Managua ci siano almeno 1200 minori lavoratori. Questa situazione espone i piccoli a giornate lavorative infinite, abusi sessuali e abbandono scolastico. Secondo l’ufficio per il Coordinamento Nicaraguense delle ong che lavorano con l’Infanzia e l’Adolescenza (Codeni), il rischio principale è la diserzione scolastica. L’Inprhu organizza programmi di recupero scolastico, corsi di artigianato e danza per i piccoli lavoratori di alcuni mercati della città. Attualmente sono circa 250, principalmente figli di commercianti, anche se continuano ad arrivare da altri dipartimenti bambini della fascia di età tra 10 e 14 anni.
L’ultima cifra ufficiale sul lavoro minorile nel Paese risale al 2012, quando si registrarono 396.118 minori impegnati in attività lavorative, remunerate o meno. In Nicaragua il Codice del Lavoro e il Codice per Infanzia e Adolescenza stabiliscono divieti per le imprese pubbliche e private che assumono mano d’opera infantile. Entrambi i codici decretano che nel Paese possono essere impiegati adolescenti a partire dai 14 anni di età e che l’ambiente di lavoro non deve mettere a rischio la loro vita, salute, integrità, e non interrompa il loro processo educativo.
(AP) (19/6/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network