VATICANO - E’ on line il nuovo numero di “Omnis Terra”: parlano la missione, le missioni, i protagonisti

martedì, 13 giugno 2017 pontificie opere missionarie   animazione missionaria   missionari  

missioit

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “Omnis Terra”, la rivista multilingue di cultura e missione delle Pontificie Opere Missionarie, è on line con il suo secondo numero. In apertura l’articolo “Le Laos et le sang des Martyrs”, di Roland Jacques, OMI, prende spunto dalla beatificazione dei 17 martiri, avvenuta a Vientiane l’11 dicembre 2016, per descrivere la travagliata storia di questa piccola Chiesa asiatica. Segue l’articolo “From outsider to President: 100 days of Donald Trump” di Andrew Spannaus, mentre Gianni Valente presenta “L’arte di frate Sidival Fila”, artista francescano che realizza le sue opere recuperando materiali poveri o obsoleti. “Nei suoi lavori, l'ordito “grezzo” della materia ridiviene il luogo dello svelarsi della gratuità delle cose”.
Il gesuita Fr. Stanislaus Jebamalai e Antony Arulraj sono gli autori di “India’s Demonetization and its impact on the poor”, mentre Luis Badilla ci porta dall’altra parte del mondo, nella Colombia che attende la visita del Papa, per analizzare il processo di riconciliazione nazionale. Rouphael Zgheib ci descrive invece “La présence chrétienne en Liban” e p. Silvano Zoccarato, PIME, ci racconta l’esperienza di 50 anni di gemellaggio tra la diocesi italiana di Treviso e la missione di Amban, in Camerun.
Riflessioni ed esperienze di un parroco di Buenos Aires con i bambini di strada, sono raccolte nell’articolo “De donde puede nacer una esperanza para los Chicos de la Calle” di Adrian Bennardis. Sempre dall’America Latina, dalla Bolivia, viene la testimonianza del laico italiano Giovanni Forasacco, che è passato “Dall’amore per il creato all’amore per gli ultimi” vivendo un’esperienza missionaria nella foresta amazzonica. Invece Mélanie Njonou, funzionario statale in pensione, per contrastare povertà e disuguaglianza ha messo in piedi in Camerun un’azienda ispirata ai principi del Vangelo.
Con “Vivre la joie de l’Évangile” Pierre Diarra ci guida alla lettura della “Evangelii Gaudium” di Papa Francesco sottolineando alcune indicazioni che aiutino a trovare le strade per annunciare il Vangelo in modo nuovo nei diversi contesti sociali e geografici contemporanei.
Il centesimo anniversario della fondazione della Pontificia Unione Missionaria ha dato l’occasione per riflettere sulla natura, sul ruolo e sulla attualità di questa Opera, attraverso i contributi di diversi specialisti, che sono raccolti nel volume “Mission makes the Church” di p. Fabrizio Meroni, PIME.
Anche questo secondo numero di Omnis Terra è arricchito dal servizio fotografico di Monika Bulaj, sul tema “Egitto: la simbiosi antica tra islam e cristianesimo”. “In Egitto, se vuoi liberarti dal male, è dai cristiani che devi andare. I musulmani lo sanno. Il popolo cerca la Croce, Maria Vergine, San Giorgio e soprattutto i santoni della chiesa copta. E’ questa promiscuità millenaria, sconosciuta all’Occidente e alla Chiesa di Roma, che gli attentatori hanno voluto colpire”. (SL) (Agenzia Fides 13/6/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network