AMERICA/VENEZUELA - Emergenza malnutrizione, aumenta il tasso di mortalità infantile e materno

venerdì, 19 maggio 2017

Internet

Caracas (Agenzia Fides) - Con l’economia in caduta libera, la carenza di cibo e di farmaci e l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, la metà dei bambini venezuelani al di sotto dei cinque anni è a rischio imminente di malnutrizione. L’allarme arriva dalla Caritas Venezuela impegnata in un’inchiesta sulla malnutrizione infantile nei quattro Stati di Vargas, Miranda, Zulia, Distrito Capital e a Caracas. Le ultime cifre mostrano che l’11,4% dei bambini sotto i cinque anni soffre di malnutrizione acuta o moderata. “Siamo estremamente preoccupati”, si legge in una nota della direttrice di Caritas Venezuela pervenuta a Fides. “Da ottobre – continua - stiamo monitorando i livelli di malnutrizione e fornendo assistenza ai bambini sotto i cinque anni. I nostri risultati mostrano chiaramente che i livelli generali di malnutrizione sono in aumento e la malnutrizione acuta nei bambini ha superato la soglia critica. Se non interveniamo subito, sarà difficile per questi bambini riprendere la loro curva di crescita nutrizionale”. Ai bambini più vulnerabili Caritas distribuisce kit contenenti integratori alimentari specializzati, in particolare proteine ​​e minerali come il ferro. Alle persone più a rischio vengono distribuiti farmaci. Oltre 8 famiglie su 10, nelle 31 località oggetto dell’inchiesta della Caritas, stanno mangiando meno di prima, e quasi 6 su 10 hanno dichiarato che alcuni membri della famiglia restano senza cibo per poter sfamare un’altra persona della famiglia. Ancora, una famiglia su 12 mangia rovistando tra i rifiuti dei ristoranti o nei cestini della spazzatura. Anche il sistema sanitario del Venezuela è crollato. Gli ospedali hanno esaurito i farmaci e le forniture sanitarie, e aumentano le malattie trasmesse dalle zanzare, come zika, dengue, malaria e chikungunya, nonché il tasso di mortalità infantile e materno. Oltre alla carenza di cibo, l’altro grande rischio per la salute è la mancanza di acqua potabile. Caritas ha voluto rendere pubblica questa inchiesta per esortare la comunità nazionale e internazionale ad intervenire di fronte alla crisi, poiché ritiene cruciale garantire un soccorso alimentare diretto, anche con integratori alimentari, e ripristinare strutture sanitarie adeguate, l’acqua pulita e servizi igienici.
(AP) (19/5/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network