EUROPA/ITALIA - Una “rivoluzione” a sostegno dei più piccoli: la legge che protegge i minori non accompagnati

sabato, 1 aprile 2017 minori   istituti missionari   diritti umani  

Centro Astalli Palermo

Roma (Agenzia Fides) – "In Italia viene riconosciuto un diritto: quello dei bambini ad essere bambini, a prescindere dalla loro provenienza. Arriva in ritardo ma l'importante è che quei piccoli, da oggi, sono maggiormente tutelati”. Lo ha detto, in una nota inviata all’Agenzia Fides, suor Neusa de Fatima Mariano, Superiora generale della Congregazione delle suore missionarie di San Carlo Borromeo/Scalabriniane, che sin dalla sua fondazione si occupano di migranti e anche di minori.
Il 29 marzo la Camera dei deputati ha approvato una legge che garantisce maggiore protezione ai minori non accompagnati che arrivano in Italia. Si tratta della prima legge in Europa a occuparsi di aspetti fondamentali della vita delle persone minorenni che arrivano in Italia, parificandole di fatto ai minori con cittadinanza europea.
“E' bello che una nazione decida di fare questa 'rivoluzione' a sostegno dei più piccoli – commenta suor Neusa –. Sono oltre 25mila i minori che, senza genitori, sono arrivati in Italia lo scorso anno. Si tratta di un dato che deve far riflettere: le famiglie di origine preferiscono spendere tutti i loro risparmi per salvare il loro futuro e fare in modo che quegli stessi figli possano partire, dando loro un frammento di speranza in più. Nelle nostre comunità sono diversi i minori che ci chiedono aiuto per i quali dobbiamo tendere una mano e dare loro un sostegno davvero speciale. Oltre ad essere soli, infatti, portano nei loro occhi il dolore di essere diventati adulti troppo presto”.
(SL) (Agenzia Fides 01/04/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network