AFRICA/MALI - Mali, Colombia e la Chiesa cattolica si stanno mobilitando per trovare Suor Gloria

sabato, 18 marzo 2017 diritti umani   ordini religiosi   violenza  
Gloria Cecilia Narváez Argoti

Suor Gloria Cecilia Narváez Argoti

Bamako (Agenzia Fides) – La notizia è del 8 febbraio, una suora colombiana, Suor Gloria Cecilia Narváez Argoti, è stata rapita da uomini armati nel sud del Mali, proprio in una chiesa cattolica a Sikasso (vedi Fides 8/2/2017).
Né gli islamisti né gruppi jihadisti, nessuno ha rivendicato il rapimento. La Chiesa cattolica del Mali non ha ancora notizie della suora rapita ma non è rimasta a guardare: Si sono sempre moltiplicati di più le iniziative per chiedere la sua liberazione (vedi Fides 10/3/2017)..
Anche se Mercoledì 15 febbraio si è conclusa la novena di preghiera che la Chiesa aveva avviato per mantenere viva la speranza di trovare suor Gloria, molte parrocchie in tutto il territorio di Mali, hanno avviato una serie di attività sulla radio e televisione, per mostrare che la Chiesa non dimentica la sorella e coinvolgere la comunità civile.
Da parte sua, la Colombia, paese di origine della religiosa, ha deciso di agire. Le autorità colombiane hanno inviato due investigatori colombiani sul posto per cercare di ottenere informazioni più precise. Questa settimana, i due investigatori, in modo molto discreto, sono stati visti nella parrocchia in cui è avvenuto il sequestro della religiosa.
Le autorità del Mali non hanno fatto ancora dichiarazioni sull'indagine.
(CE) (Agenzia Fides, 18/03/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network