ASIA/PAKISTAN - Il 2017 nella diocesi di Faisalabad è l' Anno del servizio

giovedì, 9 febbraio 2017 chiese locali   servizio   evangelizzazione   famiglia   istruzione   anziani  

Faisalabad (Agenzia Fides) - Il 2017 sarà nella diocesi di Faisalabad l'Anno del servizio: lo ha solennemente annunciato il Vescovo Joseph Arshad, alla guida dei battezzati nella comunità di Faisalabad, città del Punjab pakistano. Come appreso da Fides, il Vescovo lo ha dichiarato in un messaggio rivolto ai fedeli, dicendo: "Come cristiani siamo chiamati a una vita di servizio. Questo servizio deve essere effettuato con impegno e col sorriso. A ogni persona in questa vita è affidata la responsabilità di servire il prossimo con amore. Ciascuno, impegnandosi in un fecondo servizio e senza pretese, può diventare una persona di successo e felice nella vita. Il servizio reso con fede, amore e onestà restituisce fecondità, buon nome e rispetto. Il servizio sta accanto alla fedeltà: ciò che si semina, si raccoglie"
Il Vescovo afferma che "le persone coscienziose svolgono i loro compiti con diligenza e onestà, contribuendo al benessere e al miglioramento delle loro famiglie e della società, a seconda dei propri mezzi e delle risorse disponibili. Tali persone sono beni preziosi per le loro famiglie e per le comunità".
Ricordando che tutti i grandi uomini hanno sempre messo passione energia nel loro lavoro, mons. Arshad nota: "Ogni uomo e ogni donna è chiamato a servire nel posto in cui il Signore lo ha chiamato, per il progresso e la prosperità della sua famiglia e della società. I genitori in una famiglia sono chiamati a gestire la casa, ad allevare i bambini in un ambiente sano, e educarli e formarli ad essere persone utili alla famiglia e alla società. D'altra parte, anche i bambini, hanno delle responsabilità nelle loro famiglie, come gli anziani possono donare valori morali e spirituali ai giovani, grazie alla loro esperienza".
"Nella prospettiva del servizio, tutti nella società sono chiamati a dare il loro contributo e a servire gli altri", prosegue il messaggio. "Alcuni sono coinvolti nel servizio dell'istruzione, altri a servire nel campo della salute, alcuni al servizio della politica, o a garantire la giustizia nella società", nota.
"Ci sono, poi, persone che si dedicano al benessere spirituale dei membri delle loro comunità: questi individui hanno un ruolo speciale, promuovendo i valori religiosi, spirituali ed etici. In questo modo, contribuiscono a formare il carattere dei membri delle loro comunità. E' un servizio reso a tutta la persona, come unità di spirito e corpo", prosegue.
Il Vescovo cita l'esempio di Cristo che “ha reso il servizio di diffondere il suo Vangelo di amore, di pace e giustizia, secondo la volontà divina di Dio”. E invita l'intero clero diocesano, i religiosi e tutti i fedeli a collaborare nell'Anno del servizio "per il benessere delle nostre famiglie, delle nostre comunità e della società, perchè sia un anno davvero ricco di frutti”. (PA) (Agenzia Fides 9/2/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network