AFRICA/CONGO RD - La morte dello storico oppositore Tshisekedi in un momento cruciale delle vita politica congolese

giovedì, 2 febbraio 2017 elezioni  


Kinshasa (Agenzia Fides) - Etienne Tshisekedi, storico oppositore congolese fin dai tempi dell’allora Zaire di Joseph-Désiré Mobutu, è morto ieri in un ospedale di Bruxelles. Tshisekedi, 84 anni, era Presidente dell’Union pour la Démocratie et le Progrès social (UDPS), la principale componente di Le Rassemblement, la coalizione dell’opposizione che non aveva firmato gli accordi del 18 ottobre con il Presidente Joseph Kabila che prevedevano, tra l’altro, lo svolgimento delle elezioni presidenziali nel 2018 (vedi Fides 18/10/2016). Di fronte alle manifestazioni indette da Le Rassemblement per costringere Kabila a cedere il potere entro la scadenza del suo mandato, il 20 dicembre 2016, il Presidente uscente aveva accettato di sedersi al tavolo con l’opposizione guidata da Tshisekedi, in una trattativa mediata dai Vescovi locali. La trattativa è sfociata negli accordi di San Silvestro (vedi Fides 3/1/2017) che prevedono la tenuta delle elezioni presidenziali e politiche entro il dicembre 2017, la cui attuazione è però ancora in discussione.
La scomparsa di Etienne Tshisekedi è avvenuta dunque in un momento cruciale della storia della Repubblica Democratica del Congo. Le trattative per l’attuazione degli accordi di San Silvestro sono bloccate sulla nomina del Primo Ministro del governo di transizione, che deve essere un esponente dell’opposizione. La scomparsa del massimo esponente dell’opposizione apre ora spazi per altri candidati, ma anche a spaccature e divisioni all’interno del fronte anti Kabila. (L.M.) (Agenzia Fides 2/2/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network