ASIA/GIORDANIA - L'Arcivescovo Lahham: dopo l’attentato a Karak, cancellati i festeggiamenti per il Natale in segno di solidarietà con le vittime

lunedì, 19 dicembre 2016 natale   chiese locali   terrorismo  

wikipedia

Karak (Agenzia Fides) - “Dopo il feroce attacco terroristico di Karak, che ha provocato tanto dolore in tutta la Giordania, la Chiesa cattolica ha preso la decisione di cancellare i festeggiamenti collegati alla solennità del Santo Natale. Celebreremo solo le Sante Messe, non ci saranno prima e dopo momenti e iniziative di festa, in segno di lutto e di solidarietà con le vittime dell'attacco terrorista”. Così l'Arcivescovo Maroun Lahham, Vicario patriarcale per la Giordania del Patriarcato latino di Gerusalemme, riferisce all'Agenzia Fides l'indicazione che i Vescovi cattolici hanno fatto giungere a tutte le comunità e le parrocchie del Regno Hascemita, dopo l'assalto perpetrato da un commando terrorista a Karak, 120 km a sud di Amman, nella giornata di ieri, domenica 18 dicembre.
I terroristi hanno compiuto diverse azioni contro militari e forze di polizia, anche presso il famoso castello crociato che domina la cittadina giordana, provocando la morte di 10 persone (7 appartenenti alle forze di sicurezza, 2 civili giordani e una turista canadese). Alla fine della giornata, 4 terroristi, asserragliatisi proprio nel castello di Karak, sono stati uccisi dalle forze armate giordane. Sono state avviate indagini per identificare provenienza e affiliazione degli uomini armati responsabili dell'assalto, che erano in possesso di armi automatiche, mentre cinture esplosive, ordigni e altre armi sono stati sequestrati in una casa di Qatraneh, città nel deserto a nord di Karak, identificata come base logistica di una cellula terrorista. (GV) (Agenzia Fides 19/12/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network