AFRICA/EGITTO - Il Patriarca copto ortodosso:non si può definire “eretico” l'appello a concedere la comunione alle donne nel periodo mestruale

venerdì, 9 dicembre 2016

wikipedia

Il Cairo (Agenzia Fides) – Il Patriarca copto ortodosso Tawadros II ha rifiutato di definire “eretiche” le posizioni di chi, all'interno della sua Chiesa, sostiene che è lecito concedere la divina eucaristia alle donne durante i giorni del loro ciclo mestruale. Secondo quanto riferito dal website “Copti Uniti”, il Primate della Chiesa copta ortodossa ha aggiunto che certi costumi legati all'educazione spirituale cambiano con il tempo, e nessuno può definire “eretici” tali cambiamenti sul piano della prassi senza che prima, su eventuali punti controversi, non si sia pronunciato il Sinodo.
Le controversie sul punto in questione sono iniziate dopo che Anba Pfnotios, Vescovo copto ortodosso di Samalut, ha pubblicato un libro intitolato “Donne nel cristianesimo” in cui sostiene che le donne possono accostarsi all'eucaristia anche durante i giorni del loro ciclo mestruale (vedi Fides 1/12/2016). Il libro è diventato bersaglio di violenti attacchi e denunce da parte di settori della compagine ecclesiale copta ortodossa, che hanno accusato il Vescovo Pfnotios di eresia e chiesto contro di lui provvedimenti canonici. La Segreteria del Santo Sinodo della Chiesa copta ortodossa era intervenuta sul tema con un comunicato diffuso martedì 30 novembre, dove veniva sottolineato che eventuali pareri discussi anche da ecclesiastici su simili problematiche attraverso libri e articoli esprimono solo gli orientamenti personali dei rispettivi autori, vanno considerati come contributi all'approfondimento e alla discussione e non possono essere presentati come espressione ufficiale della Chiesa e del Santo Sinodo. (GV) (Agenzia Fides 9/12/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network