ASIA/INDIA - Non si ferma lo sfruttamento dei minori nelle peggiori forme di lavoro

martedì, 6 dicembre 2016 lavoro minorile  

Internet

New Delhi (Agenzia Fides) – In India sono più di 200 mila i bambini che vengono sfruttati in condizioni del tutto precarie nel mondo del lavoro dell’industria manifatturiera. Costretti a lavorare, privati dell’istruzione e delle loro necessità di base, questi piccoli subiscono le conseguenze di una società che li guarda con indifferenza. Per dare visibilità in tutto il mondo a questa drammatica situazione è stata lanciata la campagna “Child in a Box”. Si tratta di scatole che nella loro parte superiore presentano l’immagine di un bambino felice ma, nel momento in cui si aprono, appaiono le condizioni disumane dei piccoli sfruttati. Secondo le notizie pervenute a Fides, le scatole sono state messe in vendite in diverse località del Paese e il denaro raccolto sarà destinato al miglioramento delle condizioni di vita di queste giovani vittime. Nell’Asia meridionale si registrano i peggiori indici di sfruttamento lavorativo dei minori, con oltre 100 milioni di bambini trattati come bestie da soma.
(AP) (6/12/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network