AMERICA/VENEZUELA - “La gente sta cadendo nella depressione per la delusione del dialogo che non va”: Mons. Padrón a Fides

martedì, 22 novembre 2016 povertà   vescovi   aree di crisi   politica  
Sua Ecc. Mons. Diego Padrón

Sua Ecc. Mons. Diego Padrón

Roma (Agenzia Fides) – Il Presidente della Conferenza Episcopale Venezuelana (CEV), Sua Ecc. Mons. Diego Padrón, venuto a Roma per accompagnare Sua Ecc. Mons. Enrique Porras Cardozo, Arcivescovo di Mérida, creato Cardinale nel Concistoro del 19 novembre, ha rilasciato a Fides alcune dichiarazioni sulla grave situazione che vive il Venezuela attualmente.
“Innanzitutto - ha detto Mons. Padrón - non si può parlare di dialogo tra governo e opposizione, perché l’opposizione in questo caso è costituita dall’80% dei venezuelani, quindi il governo deve cambiare atteggiamento e accettare un dialogo vero”.
“Né la Chiesa né la popolazione – prosegue - vedono positivamente lo sviluppo del processo di dialogo che ha avuto inizio lo scorso 30 ottobre. Ci devono essere gesti di buona volontà, come il rispetto dei diritti umani, quindi, liberare i prigionieri politici che ci sono. In secondo luogo, si devono aprire canali per gli aiuti umanitari che ci vengono offerti per tutti i venezuelani, che hanno urgente bisogno di cibo e soprattutto di medicine" ribadisce l’Arcivescovo a Fides.
“La cosa più triste è che popolazione sta cadendo nella depressione, perché non vede una via d’uscita, non vede come si possa andare avanti, è la delusione per il dialogo che non va” conclude Mons. Padrón. (CE) (Agenzia Fides 22/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network