AFRICA/CONGO RD - La mobilitazione popolare permette la liberazione di un diacono rapito

lunedì, 21 novembre 2016

Kinshasa (Agenzia Fides) - Un diacono è stato liberato dai suoi rapitori grazie alla mobilitazione della popolazione di un villaggio nell’est della Repubblica Democratica del Congo.
Godefroid Paluku era stato rapito il 18 novembre sulla strada Kiwanja-Ishasha nel territorio di Rutshuru (nel nord Kivu), mentre si recava a Goma per acquistare dei farmaci per l’ospedale di Nyamilima, dove effettua il suo praticantato.
La mattina del 19 novembre gli abitanti di Nyamilima sono scesi in strada in massa, bloccando ogni attività della cittadina, per chiedere la liberazione immediata del diacono. Nel pomeriggio dello stesso giorno, Godefroid Paluku è stato ritrovato sano e salvo, senza che alcun riscatto sia stato pagato.
Nel “Groupement de Binza”, una ripartizione territoriale del Territorio di Rutshuru, dall’inizio di novembre sono sei le persone rapite e poi liberate in cambio di un riscatto, che può arrivare a 1.500 dollari. Le famiglie dei rapiti sono costrette a vendere tutti i loro beni per mettere insieme una tale somma, gettandole sul lastrico.
Con la loro manifestazione, gli abitanti di Nyamilima hanno voluto non solo ottenere la liberazione del diacono ma anche richiamare l’attenzione delle autorità su questo crimine. (L.M.) (Agenzia Fides 21/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network