AMERICA/COLOMBIA - La Chiesa accompagna con imparzialità e discrezione il dialogo di pace con l’ELN

giovedì, 17 novembre 2016 politica   vescovi   gruppi armati  
il dialogo di pace con l’ELN

il dialogo di pace con l’ELN

Bogotà (Agenzia Fides) – Il governo colombiano, attraverso la Commissione creata ad hoc per negoziare con l'ELN (Esercito di Liberazione Nazionale), ha incontrato ieri, 16 novembre, i Vescovi incaricati di accompagnare il processo di dialogo con questo gruppo guerrigliero.Il responsabile del gruppo negoziatore del governo colombiano, Juan Camilo Restrepo, ha poi informato sui risultati dell’incontro.
Il primo punto ha riguardato la scelta di Quito, capitale dell’Ecuador, come sede del dialogo. Il secondo punto è stato il ringraziamento da parte del governo alla Chiesa cattolica per la disponibilità alla partecipazione. "La Conferenza Episcopale Colombiana ha nominato un gruppo di Vescovi, che hanno la loro sede nelle zone in cui si registra maggiore presenza dell’ELN, che hanno la missione di essere una sorta di accompagnatori imparziali tra le due parti che andranno a sedersi al tavolo di Quito" ha detto Camilo Restrepo.
Da parte sua, il Presidente della Conferenza Episcopale colombiana, Sua Ecc. Mons. Luis Augusto Castro Quiroga, ha detto che il ruolo della Chiesa cattolica nei colloqui con l'ELN non sarà di mediazione ma di accompagnamento: "Abbiamo studiato molto il tipo di presenza dei Vescovi nominati per i dialoghi. Tale presenza è stata richiesta dall’ELN con l'approvazione del governo (...). Nel corso della riunione si è parlato dell'aiuto della Chiesa, che non è né di negoziazione, né di mediatore, né di facilitatore, ma è una presenza discreta al tavolo di Quito" ha detto Mons. Castro Quiroga dopo l'incontro.
All’inizio di ottobre, il massimo leader dell’ELN aveva assicurato che l'obiettivo unico di questo gruppo è di raggiungere la pace in Colombia, quindi aveva stabilito una serie di incontri con il governo per decidere "come" e "quando", con la condizione di svolgere prima degli incontri non pubblici. Poi, insieme al governo colombiano, hanno informato della fase di dialogo pubblico per la fine di ottobre, con la collaborazione di istituzioni della vita pubblica e politica della Colombia, fra cui la Chiesa cattolica, che si era sempre detta disponibile a questa partecipazione (vedi Fides 12/10/2016 e 25/10/2016). Nei prossimi giorni sarà resa pubblica l’agenda degli incontri per aprire il tavolo del dialogo a Quito.
(CE) (Agenzia Fides, 17/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network