AMERICA/MESSICO - XII Carovana delle madri alla ricerca dei loro figli scomparsi mentre emigravano

martedì, 15 novembre 2016 migranti   rifugiati   violenza  
XII Carovana delle madri

XII Carovana delle madri

Cuahutemoc (Agenzia Fides) – Sono una cinquantina le madri dei giovani migranti scomparsi che danno vita all’edizione 2016 di quella che ormai è nota come la "Carovana delle Madri". La Carovana parte oggi, 15 novembre, da La Mesilla, Ciudad Cuahutemoc, città al centro dello stato messicano di Chihuahua, che viene considerata la porta di accesso alla regione della Sierra Tarahumara. Da qui la Carovana percorrerà 11 stati e 30 località. L’iniziativa, che compie 12 anni, sempre nel segno della speranza e della testimonianza, quest’anno ha scelto come slogan “Buscamos vida en caminos de muerte” (Cerchiamo la vita per le strade della morte) ed è in memoria di Berta Caceres, ambientalista honduregna assassinata il 3 marzo scorso.
Il percorso completo della Carovana quest’anno si potrà seguire anche su internet, grazie alla collaborazione del Movimento Migrante Mesoamericano che sostiene l'iniziativa. La conclusione il 3 dicembre, quando la Carovana arriverà a Ciudad Hidalgo, nel Chiapas, dove si svolgerà una cerimonia lungo il fiume, a Tapa Chula. Fra le principali città che toccherà la carovana ci sono Comitan, San Cristobal, Villahermosa, Cordoba-Veracruz, San Luis Potosi, Ciudad de Mexico e Puebla.
Parte della carovana è partita il 10 novembre e ha già percorso qualche paese del CentroAmerica, come Guatemala, Honduras, El Salvador e Nicaragua, ma il tratto dentro il Messico è quello decisivo. Proprio per questo si vuole sottolineare che l'ingresso in Messico avviene su tutta la frontiera, ed è qui che i migranti in transito vengono presi di mira da trafficanti di persone, reti criminali, gruppi di “coyotes”, ecc.
Lo scopo della Carovana è attirare l’attenzione dei media nazionali ed internazionali per dare voce alle madri che formano questa carovana di denuncia e di ricerca dei loro figli, contattati l'ultima volta in qualche parte del territorio messicano.
(CE) (Agenzia Fides, 15/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network