AFRICA/CENTRAFRICA - Annunciata l’apertura di un’inchiesta sul comportamento delle truppe ONU

sabato, 12 novembre 2016 giustizia   onu  

Il Ministro della Giustizia Flavien Mbata


Bangui (Agenzia Fides) - Il Ministro della Giustizia della Repubblica Centrafricana, Flavien Mbata, ha annunciato l’apertura di un’inchiesta sulla morte di quattro manifestanti (fonti locali di Fides riferiscono che i morti sono sei) uccisi durante la manifestazione “città morte” del 24 ottobre (vedi Fides 11/11/2016). Il Ministro ha spiegato che da una parte l’inchiesta vuole chiarire il comportamento dei Caschi Blu della Missione ONU in Centrafrica (MINUSCA) accusati di aver sparato ad altezza d’uomo contro i manifestanti; dall’altra indagare sugli organizzatori della protesta e su alcuni elementi centrafricani che sono stati visti sui luoghi delle manifestazioni.
L’organizzatore della protesta, Gervais Lakosso, coordinatore del Groupe de Travail de la Société Civile, è stato posto in stato di arresto il 7 novembre. Secondo una dichiarazione preliminare degli avvocati di Lakosso, giunta all’Agenzia Fides, quest’ultimo si era recato insieme a Marcel Mokwapi, Presidente dei Consommateurs Centrafricains, ad un commissariato della Polizia amministrativa per rispondere ad una convocazione. Tutti e due sono stati posti in stato d’arresto con diversi capi d’imputazione, tra i quali ci sono attentato alla sicurezza interna dello Stato, incitazione all’odio e alla violenza, aver procurato ferite mortali.
Gli avvocati dei due accusati fanno notare che la Polizia amministrativa non è competente per le indagini di polizia giudiziaria ed ha violato i diritti degli imputati non permettendo loro di avvisare i familiari e omettendo di ricordare quali sono i loro diritti, come quello di nominare un avvocato. (L.M.) (Agenzia Fides 12/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network