ASIA/IRAQ - Allo studio del Patriarcato caldeo la creazione di un “Consiglio delle Chiese in Iraq”

giovedì, 10 novembre 2016 chiese orientali   aree di crisi   settarismi  

Abouna.org

Baghdad (Agenzia Fides) – Il Patriarcato di Babilonia sta studiando il progetto per la creazione di un “Consiglio delle Chiese in Iraq” che riunisca tutte le Chiese e le comunità ecclesiali presenti sul territorio iracheno, e possa essere riconosciuto come organismo unitario in grado di interagire anche con il governo centrale e i poteri politici e amministrativi locali. Lo riferiscono le fonti ufficiali del Patriarcato caldeo consultate dall'Agenzia Fides. Al Consiglio dovrebbero aderire tutte le Chiese cattoliche, ortodosse, orientali pre-calcedoniane e evangelico-protestanti. Il nuovo organismo, nelle intenzioni che muovono la proposta del Patriarcato caldeo, dovrebbe rappresentare uno strumento utilizzato dalle Chiese e dalle comunità cristiane per affrontare insieme le conseguenze del conflitto con i jihadisti dell'autoproclamato Stato Islamico (Daesh) e i problemi connessi alle divisioni settarie che ancora mettono a rischio l'unità del Paese.
Già a fine ottobre (vedi Fides 27/10/2016) il Patriarca caldeo Louis Raphael I Sako ha rilanciato la proposta di proclamare il 2017 come “Anno della pace in Iraq”, promosso e sostenuto dalle Chiese e comunità cristiane attraverso momenti di preghiera ecumenica e iniziative ecclesiali e culturali condivise, per alimentare a vantaggio di tutto il popolo iracheno la “cultura della pace e della convivenza” nel Paese martoriato dai conflitti settari.(GV) (Agenzia Fides 10/11/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network