ASIA/TERRASANTA - Accogliere e curare i bambini migranti: la missione del Centro Rachele

martedì, 8 novembre 2016

LPJ

Gerusalemme (Agenzia Fides) – E’ una struttura che vuole testimoniare l'impegno e il contributo dei fedeli cattolici alla questione dell'immigrazione, che ha tragici risvolti sociali, soprattutto per i bambini: con questo spirito opera il “Centro Rachele” a Gerusalemme, dedicato alla cura dell'infanzia, che giovedì 10 novembre sarà visitato e benedetto da mons. Pierbattista Pizzaballa, Amministratore del Patriarcato Latino di Gerusalemme. Il Centro ospita durante il giorno bambini e giovani provenienti da famiglie migranti. È stato aperto il 1° settembre scorso dal Vicariato Saint Jacques, per i cattolici di lingua ebraica. Il Centro si trova al n. 15 di Pinsker Street nel quartiere Talbieh di Gerusalemme.
La struttura fornisce una qualificata assistenza medica, alimentare e educativa ai neonati e ai figli di immigrati presenti in Israele. Mentre i genitori immigrati lavorano, infatti, i bambini sono spesso custoditi in strutture non autorizzate, gestiti da personale senza alcuna competenza professionale, dove vivono in condizioni malsane e sono spesso vittime di abusi. Il Centro dedicato a santa Rachele si trova in una struttura di proprietà del Convento dei Cappuccini di Gerusalemme e, grazie a educatori e volontari, si prende cura dei bambini con attività di doposcuola e attività ricreative. (PA) (Agenzia Fides 8/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network