AMERICA/COLOMBIA - Dopo il referendum, i Vescovi invitano a promuovere una "cultura dell'incontro"

martedì, 4 ottobre 2016 politica   chiese locali   gruppi armati  
Vescovi invitano a promuovere una "cultura dell'incontro"

Vescovi invitano a promuovere una "cultura dell'incontro"

Bogotà (Agenzia Fides) – In seguito ai risultati del referendum sugli Accordi di pace tenutosi il 2 ottobre, con la vittoria dei “no” sia pure di stretta misura e con una affluenza alle urne molto bassa (vedi Fides 03/10/2016), l'Episcopato colombiano ha invitato i leader politici e tutta la popolazione a superare la polarizzazione e le divisioni. Il comunicato della Conferenza Episcopale Colombiana (CEC), inviato a Fides, è stato presentato ieri da Sua Ecc. Mons. Elkin Fernando Alvarez Botero, Ausiliare di Medellin, Segretario Generale della CEC. "Invitiamo tutti a un'analisi obiettiva della realtà, al dialogo rispettoso e fraterno, all'unità, alla generosità. Cerchiamo di promuovere una ‘cultura dell'incontro’ che prepari al perdono e la riconciliazione" si legge nel testo firmato dal Presidente della Conferenza Episcopale, Sua Ecc. Mons. Luis Augusto Castro Quiroga, Arcivescovo di Tunja.
I Vescovi evidenziano anche la disposizione del governo a convocare un tavolo nazionale di dialogo a favore della pace. In tale ottica hanno ribadito la volontà della Chiesa cattolica di partecipare, secondo la sua missione pastorale, nella progettazione e nello sviluppo di iniziative per contribuire a sradicare le radici della violenza. Infine chiedono al governo nazionale, ai leader politici e sociali del paese e alle FARC, di lasciare da parte gli interessi di gruppo, di approfondire serenamente i risultati del referendum e di continuare nel dialogo.
(CE) (Agenzia Fides, 04/10/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network