ASIA/TERRA SANTA - Il Vescovo Shomali: “Peres uomo di pace. In Israele c'è bisogno di uomini come lui”

mercoledì, 28 settembre 2016 aree di crisi   politica internazionale   dialogo  

Gerusalemme (Agenzia Fides) - “Abbiamo perso un grande uomo. Uomo del dialogo inter-religioso e inter-culturale. Un uomo di pace. Preghiamo perchè in Israele sorgano uomini come lui, perchè abbiamo tanto bisogno di uomini così, in questi tempi”. Così il Vescovo William Shomali, Vicario patriarcale per Gerusalemme e la Palestina del Patriarcato latino di Gerusalemme, commenta per l'Agenzia Fides la scomparsa dell'ex Presidente israeliano Shimon Peres, spentosi oggi, 28 settembre, all'età di 93 anni. Qualche giorno fa l'anziano leader era stato ricoverato presso l'ospedale Sheba di Tel Aviv in seguito a un'ischemia cerebrale.
Shimon Peres è stato a lungo esponente di primo piano del Partito Laburista Israeliano, da lui guidato ininterrottamente dal 1977 al 1992 e successivamente a più riprese sino al 2005. Prima di divenire Presidente d'Israele - dal 2007 al 2014 – aveva rivestito diversi alti incarichi di governo, compresi quelli di Primo ministro (1984-1986 e 1995-1996) e Ministro degli esteri (1986-1988, 1992-1995 e 2001-2002). Nel 1994 a Peres era stato assegnato il Premio Nobel per la Pace insieme a Yitzhak Rabin e Yasser Arafat per gli sforzi nel processo di pace nel Vicino Oriente, culminati con gli Accordi di Oslo.
Nella sua lunga carriera politica. Peres ha incontrato tre Pontefici: Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco. L'ultimo suo incontro con l'attuale Vescovo di Roma era avvenuto in Vaticano lo scorso 20 giugno. Nel'ottobre 2010, interpellato dalla rivista 30Giorni circa le relazioni tra Israele e la Santa Sede, l'allora Presidente israeliano rispose: “I rapporti sono i migliori possibili da duemila anni a questa parte. Dai tempi di Gesù a oggi non abbiamo mai mantenuto relazioni migliori”. (GV) (Agenzia Fides 28/9/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network