AFRICA/CONGO RD - Nuovi scontri a Kinshasa, ma rimane aperta la porta al dialogo tra maggioranza e opposizione

martedì, 20 settembre 2016 politica  


Kinshasa (Agenzia Fides) - “Gli scontri continuano anche oggi e la città è paralizzata” riferiscono all’Agenzia Fides fonti locali da Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, dove da ieri sono in corso scontri tra forze dell’ordine e dimostranti contrari alla permanenza al potere del Presidente Joseph Kabila, dopo la scadenza del suo mandato il 20 dicembre (vedi Fides 19/9/2016). “Negli scontri di ieri sono morte 17 persone, 3 poliziotti e 14 civili. Le dimostrazioni e gli scontri continuano ancora, anche in questo momento. Tutta Kinshasa è paralizzata, con negozi chiusi e circolazione dei trasporti pubblici interrotta. La sede di ‘Le Rassemblement’, un gruppo di partiti dell’opposizione che sostengono il candidato Étienne Tshisekedi, è stata incendiata” riferiscono le fonti di Fides, che desiderano non essere citate.
Nonostante la tensione, continua il dialogo nazionale, promosso dall’Unione Africana per trovare una soluzione alla crisi politica incentrata sulla mancanza di una data delle elezioni presidenziali, che secondo la Costituzione, avrebbero dovuto tenersi entro 90 giorni dalla scadenza del mandato di Kabila.
“Il dialogo nazionale avrebbe dovuto concludersi ieri, ma continua ancora oggi. Forse ci sono ancora spazi per un accordo tra la maggioranza presidenziale e l’opposizione. Se questo accordo dovesse essere raggiunto, è prevedibile che verrà annunciato nel pomeriggio di oggi” dicono le nostre fonti. “Il fatto positivo è che la porta al dialogo è rimasta aperta, anche alle discussioni partecipano solo alcuni rappresentanti di “Le Rassemblement” che è a sua volta diviso al suo interno” concludono le fonti di Fides. (L.M.) (Agenzia Fides 20/9/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network