ASIA/PAKISTAN - Un cattolico a capo dell’ufficio interreligioso nella provincia del Sindh

martedì, 6 settembre 2016 dialogo   politica   minoranze religiose  

A.G.

Karachi (Agenzia Fides) – Il cattolico Anthony Naveed è stato chiamato dal governo provinciale del Sindh a coordinare l’ufficio interreligioso, che ha il compito di promuovere tolleranza e armonia tra le diverse comunità religiose nella provincia. Come appreso da Fides, Anthony Naveed, membro del Pakistan People’s Party (PPP), è stato chiamato dal Primo Ministro della provincia del Sindh, Syed Murad Ali Shah, ed è l’unico cattolico membro del gabinetto di governo.
Naveed dichiara a Fides: “Mi impegnerò a costruire una società in cui non abbiano spazio la discriminazione, l'odio e la disuguaglianza dovuta alla religione o alla setta. Era la missione di Benazir Bhutto sviluppare una società dove albergassero l'accettazione e la tolleranza tra le persone di diverse religioni. Dal 2012 il governo sta portando avanti questa visione per promuovere l'armonia interreligiosa”.
La strategia è quella della capillarità: “E’ un compito molto impegnativo riunire i membri di tutte le religioni in una sola piattaforma. Il prossimo passo è organizzare workshop e seminari per esponenti e leader di varie fedi, per poi formare gruppi a livello distrettuale che facilitino le attività di promozione dell'armonia interreligiosa nelle varie città”.
Anthony Naveed, laureato in Scienze politiche, ha iniziato l’impegno politico nel PPP all’inizio degli anni ’90. E' stato un membro attivo della Commissione giovanile dell'Arcidiocesi di Karachi dal 1998 al 2005. (PA- AG) (Agenzia Fides 6/9/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network