AFRICA/KENYA - Il Ministro dell’educazione agli educatori cattolici: “Insieme per combattere la radicalizzazione degli studenti”

sabato, 20 agosto 2016 scolarizzazione  

Nairobi (Agenzia Fides)-“Il governo sta lavorando con le organizzazioni religiose nel formare i presidi a contrastare la radicalizzazione nelle scuole” ha affermato il Ministro dell’educazione del Kenya, Fred O. Matiang’i, alla conferenza dei Preside delle scuole cattoliche che si è tenuta presso la Catholic University of Eastern Africa (CUEA).
Il governo di Nairobi ha voluto così rispondere alle preoccupazioni espresse dai Vescovi e dagli educatori cattolici per i disordini, gli scioperi studenteschi, gli incendi e le devastazioni delle scuole che stanno perturbando la vita di insegnanti, studenti e genitori negli ultimi mesi, come denunciato nel corso della conferenza (vedi Fides 19/8/2016).
Il Ministro ha inoltre rivelato di “stare lavorando ad un nuovo schema di servizio volto a permettere al governo di assegnare cappellani delle chiese principali nelle scuole secondarie a partire dal prossimo anno fiscale”.
Matiang’i ha sottolineato che la riforma educativa sposterà il suo fulcro da un curriculum basato sulla conoscenza ad uno fondato sui valori e sulle abilità nel mettere in pratica le nozioni acquisite.
Si prevede pure un miglioramento professionale del personale non docente per accresce il senso di professionalità generale in tutte le scuole secondarie.
Infine il Ministro ha chiesto l’aiuto dei presidi delle scuole cattoliche nel mettere in pratica la riorganizzazione degli esami approvata dal governo al fine di combattere le frodi da parte degli studenti per superare le prove.Lo scorso anno scolastico ben 5.000 studenti sono stati bocciati per aver cercato di frodare gli esami. (L.M.) (Agenzia Fides 20/8/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network