AFRICA/CONGO RD - I Vescovi congolesi: “Fermiamo i massacri nel Nord Kivu”

giovedì, 18 agosto 2016 massacri   vescovi  


Kinshasa (Agenzia Fides)- “Siamo costernati e profondamente scioccati per il massacro perpetrato contro la popolazione locale nella notte tra il 13 e il 14 agosto a Beni” affermano i Vescovi della Repubblica Democratica del Congo in un comunicato firmato da Mons. Marcel Utembi, Arcivescovo di Kisangani e Presidente della locale Conferenza Episcopale.
Oltre 50 persone sono morte a Beni, nel Nord-Kivu, nell’est della RDC, in un massacro attribuito ai ribelli ugandesi dell’ADF-NALU.
Nell’esprimere le loro condoglianza a Mons. Melchisédech Sikuli Paluku, Vescovo di Butembo-Beni, i Vescovi congolesi, riprendono le parole di Sua Santità Papa Francesco, che il 15 agosto aveva denunciato “i massacri nel Nord Kivu che da tempo vengono perpetrati nel silenzio vergognoso, senza attirare neanche la nostra attenzione”.
“Condanniamo senza riserva questi atti ignobili e facciamo appello alle autorità congolesi, garanti della sicurezza delle popolazioni e dei loro beni di fare tutto quello è in loro potere per fermare questo ciclo d’atrocità” affermano i Vescovi che chiedono alla “MONUSCO (Missione ONU nella RDC) e alla comunità internazionale di contribuire alla ricerca di una soluzione definitiva a questa tragedia”. (L.M.) (Agenzia Fides 18/8/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network