AMERICA/COLOMBIA - "Vogliamo un Paese in pace": preghiera per i militari coinvolti nella bonifica delle aree minate

lunedì, 8 agosto 2016 gruppi armati   violenza   narcotraffico  
Terreno minato in Colombia

Terreno minato in Colombia

Bogotà (Agenzia Fides) – Durante la commemorazione dei 197 anni dell'esercito nazionale, il vescovo castrense, Sua Ecc. Mons. Fabio Suescun, ha detto che i colombiani desiderano vivere in un Paese finalmente pacificato, dove anche i bambini e gli agricoltori siano protetti, così come le risorse nazionali. "Vogliamo Signore, un Paese in cui i bambini possano giocare e andare a scuola, e dove gli agricoltori possano coltivare la loro terra", ha detto il Vescovo, recitando a alta voce una preghiera davanti ai corpi dell'esercito. La celebrazione di ieri, domenica 7 agosto, è stata organizzata anche per rendere nota questa preghiera, dedicata in particolare ai militari che si preparano a bonificare molte aree del Paese disseminate di mine e esplosivi nascosti usati nei nei lungi anni di conflitto per colpire la guerriglia. Non ci sono stime ufficiali sul numero di vittime provocate da tali ordigni, che adesso squadre specializzate di soldati si apprestano a disinnescare, mettendo a rischio la propria vita. (CE) (Agenzia Fides, 08/08/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network