ASIA/TERRA SANTA - Riprende vigore lo scoutismo palestinese, uno dei più antichi

giovedì, 28 luglio 2016 scoutismo  

wikipedia

Ramallah (Agenzia Fides) – Dopo un lungo periodo di sospensione dei contatti con analoghe realtà e reti diffuse a livello globale, il movimento scout in Palestina, riappropriandosi della sua lunga storia, comincia a tornare presente nelle occasioni di incontro e di scambio di esperienze promosse dallo scautismo a livello regionale e internazionale. Due delegazini della Associazione scout palestinesi hanno preso parte nelle scorse settimane a un campo in Polonia – nel contesto del nuovo rapporto di cooperazione e gemellaggio intessuto con lo scoutismo polacco – e alla riunione degli scout arabi, iniziata in Marocco lo scorso 13 luglio.
Altre iniziative, svoltesi a Ramallah e in altre città della Palestina, hanno segnato il rientro ufficiale dello scoutismo palestinese nella rete dell'Organizzazione Mondiale del Movimento Scout (WOSM), organismo da cui gli scout palestinesi si erano distanziati a partire dal 1948, al tempo della Nakba. La reintegrazione dello scoutismo palestinese all'interno del WOSM era stata già sancita dal voto di approvazione unanime espresso alla fine di febbraio da 162 realtà nazionali che fanno parte di quell'organismo.
Il ritorno dello scoutismo palestinese in seno agli organismi di collegamento internaizonali è stato celebrato anche dai rappresentanti politici palestinesi, a partire dal Presidente Mahmud Abbas. L'intenzione è quella di rivitalizzare la “Regione scout palestinese”, suddivisa in quattro unità (Cisgiordania, Gerusalemme, Gaza, Libano). Ora fanno capo all'Associazione scout palestinese già 120 squadre in Cisgiordania, più di 30 squadre nella Striscia di Gaza e 30 in Libano.
Considerato uno dei più antichi movimenti scout nel mondo, lo scoutismo palestinese è iniziato con la fondazione del primo gruppo scout presso la scuola anglicana di Saint George, che fa capo alla diocesi anglicana di Gerusalemme, nel 1912. Lungo la sua lunga storia, lo scoutismo palestinese conobbe anche la persecuzione nel periodo del mandato britannico, nella seconda metà degli anni Trenta. (GV) (Agenzia Fides 28/7/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network