AFRICA/EGITTO - La Chiesa copta respinge le strumentalizzazioni straniere per gli attacchi settari subiti

martedì, 26 luglio 2016 settarismi   chiese orientali  

namu wyki

Il Cairo (Agenzia Fides) – La Chiesa copta ortodossa non vuole che gli attacchi settari sofferti di recente da cristiani egiziani diventino pretesto di operazini strumentali, e diffida chiunque da organizzare all'estero mobilitazioni e campagne pubbliche che suonino come tentativi di “interferenza” nelle vicende interne egiziane messe in atto da organizzazini e gruppi . Lo rifericono fonti vicine alla Chiesa copra, consultate dall'Agenzia Fides.
La nuova sequenza di violenze contro i copti, registratasi soprattutto nel governatorato di Minya, ha provocato forti interventi pubblici del Patriarca copto Tawadros II, del Grande Imam di al Azhar Ahmad al Tayyib e dello stesso Presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi (vedi Agenzia Fides 21, 22 e 25/7/2016). Come effetto politico di tale reazione condivisa, è stata annunciata la prossima presentazione in Parlamento di un disegno di legge che perseguirà gli attacchi a carattere settario come crimini commessi contro l'unità nazionale. (GV) (Agenzia Fides 26/7/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network