AMERICA/MESSICO - "Le armi sono la debolezza della ragione": Mons. Arizmendi sull’omicidio del sindaco

lunedì, 25 luglio 2016 vescovi   violenza   chiese locali  
San Juan Chamula

San Juan Chamula

San Juan Chamula (Agenzia Fides) – Sua Ecc. Mons. Felipe Arizmendi Esquivel, Vescovo di San Cristóbal de las Casas, ha chiesto di continuare il dialogo come unica via per la pace sociale: "dialogare è condividere i propri punti di vista con gli altri, è ascoltare con il cuore ciò che dicono gli altri, disposti a rinunciare a qualcosa, mettendo sempre davanti il bene comune".
Le dichiarazioni del Vescovo, pervenute a Fides, sono state motivate dagli omicidi di sabato 23 luglio a San Juan Chamula, dove sono state assassinate cinque persone, tra cui il sindaco della città. "Questi omicidi - ha detto - segnalano che la violenza c'è in tutti gli ambienti, non solo nelle comunità indigene". Inoltre Mons. Arizmendi Esquivel ha avvertito che la mancanza di trasparenza e di corretta informazione sull'uso delle risorse pubbliche genera diffidenza verso le autorità, vendetta, lotta politica e ambizioni non prevedibili e difficili da controllare. Non si può scegliere ed accettare leader che basano la loro forza sul numero di sostenitori e sulla forza armata per raggiungere i loro scopi. "Le armi sono la debolezza della ragione" ha ribadito, sottolineando la necessità di proseguire il dialogo, "come l'unica via praticabile" per costruire la pace sociale.
Il Messico, dopo le elezioni del 5 giugno, deve affrontare la mancanza di una maggioranza politica nei capoluoghi di provincia e in altre città. A San Juan Chamula, durante una manifestazione di protesta contro il sindaco, delinquenti con il volto coperto hanno ucciso il sindaco e 4 suoi collaboratori. Il governatore del Chiapas, zona a cui appartiene San Chamula, ha dichiarato: "Tutti dobbiamo lavorare insieme per il dialogo e la pace per la nostra comunità, in modo particolare con la vocazione pacifista degli indigeni di San Juan Chamula".
(CE) (Agenzia Fides, 25/07/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network