AFRICA/EGITTO - Alterco tra ragazzi degenera in scontro settario: ucciso un copto nel villaggio di Akoris

lunedì, 18 luglio 2016

CoptsUnited.com

Akoris (Agenzia Fides) – Una banale lite tra ragazzi sorta nel pomeriggio di ieri, domenica 17 luglio, si è trasformata in rissa di matrice settaria nel villaggio egiziano di Akoris, 12 chilometri a nord di Minya, provocando la morte di un cristiano copto e il ferimento di altre tre persone – una donna musulmana e due uomini cristiani, parenti di due sacersoti. Secondo fonti locali, a scatenare tutto è stato un alterco tra alcuni ragazzi musulmani che transitavano per strada su un carro trasportato da un asino e alcuni loro coetanei copti. In breve tempo, parenti e amici dei ragazzi musulmani si sono raccolti intorno alle case dei familiari ei sacerdoti, iniziando a insultarli. Poi sono spuntate mazze e coltelli, e la rissa è finita nel sangue.
Dopo che si era sparsa la notizia dell'assalto e delle sue conseguenze, una moltitudine di cristiani si è radunata intorno alle case assalite, per denunciare la latitanza delle forze di sicurezza davanti alle violenze e alle intimidazioni contro i cristiani egiziani. Pochi giorni fa (vedi Fides 11/7/2016) proprio Anba Makarius, Vescovo copto ortodosso di Minya, aveva rivolto un appello alle forze politiche e di sicurezza, dopo la serie di episodi che nelle ultime settimane hanno di nuovo fatto registrare un'impenennata nei casi di violenza subiti in particolare dai cristiani egiziani. Ormai – aveva fatto notare Anba Makarius – tali attacchi violenti di varia natura, dall'assalto alle case fino ai rapimenti mirati a scopo di estorsione, si susseguono a una media di uno ogni dieci giorni. (GV) (Agenzia Fides 18/7/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network