AFRICA/KENYA - Fratel Argese, il “missionario dell’acqua”, ringraziato pubblicamente dalla diocesi di Meru

mercoledì, 13 luglio 2016 istituti missionari  

CISA

Fratel Giuseppe Argese


Nairobi (Agenzia Fides) - “Siamo grati ai Missionari della Consolata per averci donato fratel Argese, che ha lavorato a Meru in tutti questi anni. Ci hanno dato educazione, acqua, ospedali, hanno eretto la diocesi e ci hanno sostenuto fino al punto che ora siamo in grado di stare in piedi da soli” ha detto Sua Ecc. Mons. Salesius Mugambi, Vescovo di Meru, in Kenya, nella sua omelia per la celebrazione, il 9 luglio, della Giornata dell’acqua nella sua diocesi.
È stata questa l’occasione per ringraziare fratel Giuseppe Argese, missionario della Consolata (IMC), che da decenni progetta e dirige la costruzione non solo di chiese, come la Cattedrale di Meru, ma soprattutto di acquedotti e di altre opere idriche, che forniscono acqua potabile a mezzo milione di persone nelle contee di Meru e Tharaka Nithi.
“La popolazione di Meru sarà per sempre grata a Fratel Argese per la formazione umana che ha impartito. Le nostre maggiori università devono interessarsi da vicino a quello che è stato fatto qui per la nostra prosperità” ha detto p. Andrew Mbiko, il responsabile della gestione dell’acquedotto di Tuuru. “Stiamo portando all’attenzione dell’intero Paese e specialmente del governo del Kenya il contributo unico e speciale che un singolo missionario ha recato per la formazione umana, lo sviluppo e la civilizzazione della popolazione di Meru” ha aggiunto p. Mbiko, che ha ricordato di aver chiesto al governo di concedere la cittadinanza onoraria al missionario italiano.
Fratel Giuseppe Argese è nato a Martina Franca, in Puglia, nel 1932. Nel 1957 si reca in Kenya, come missionario e da allora si impegna nella costruzione di chiese e di opere di pubblica utilità. Nel 1959 ha dato inizio alla sua maggiore attività: la pianificazione e la costruzione di numerose opere di ingegneria idraulica riguardanti la raccolta e la distribuzione dell’acqua, acqua che ora viene distribuita a centinaia di migliaia di persone. L’importanza e la qualità del lavoro svolto in 50 anni da Fratel Argese è stata riconosciuta dalle più alte istituzioni mondiali. Il 15 giugno 1999 Fratel Argese è stato insignito del prestigioso riconoscimento Path to Peace, consegnatogli presso il Quartiere Generale delle Nazioni Unite a New York, uno dei più alti riconoscimenti per il contributo allo sviluppo della pace a livello internazionale. (L.M.) (Agenzia Fides 13/7/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network