AMERICA/MESSICO - “L’educazione, motore di sviluppo integrale”: al via il dialogo fra insegnanti e governo

martedì, 12 luglio 2016 istruzione   politica   vescovi  
Insegnante in Messico

Insegnante in Messico

Chiapas (Agenzia Fides) – Il Vescovo della diocesi di San Cristobal de las Casas, Sua Ecc. Mons. Felipe Arizmendi Esquivel, ha affermato che "la vera riforma dell'istruzione dovrebbe essere non solo del campo di lavoro e della gestione, ma completa, integrale, perché riesca a formare la mente e il cuore, con la collaborazione prima di tutto dei genitori e degli insegnanti".
In un comunicato pervenuto a Fides, il Presule sottolinea che questa riforma dovrebbe includere "i contenuti accademici, la pedagogia, la metodologia e l'integrazione sociale in questo paese che tanto amiamo". Il Vescovo si esprime in modo molto positivo riguardo al dialogo fra governo e insegnanti, annunciato ieri dal governo, dopo un lungo periodo di discussioni (vedi Fides 24/06/2016) sfociate anche in manifestazioni violente.
Mons. Arizmendi Esquivel osserva che i cinque Vescovi del Chiapas continuano nel loro compito, vale a dire "insistere con le autorità di governo, in modo che nel dialogo si risolvano i punti più importanti: l'istruzione pubblica non venga privatizzata; i diritti degli insegnanti vengano rispettati; tutti i cittadini riescano ad elaborare insieme un modello educativo che renda l'educazione un motore di sviluppo integrale dei messicani, sia nella loro conoscenze che nei loro atteggiamenti e comportamenti". Il Vescovo infine ringrazia in particolare la Coordinatrice Nazionale dei Lavoratori dell'Educazione (CNTE) per il ritiro degli otto blocchi stradali che erano stati effettuati in diverse parti della zona.
(CE) (Agenzia Fides, 12/07/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network