AFRICA/EGITTO - Ucciso sacerdote copto nell’anniversario dell’avvio della rivolta contro l’ex Presidente Morsi

sabato, 2 luglio 2016 sacerdoti  


Il Cairo (Agenzia Fides)-Un sacerdote copto, p. Rafael Moussa, è stato ucciso ad Al Arish, nel nord della penisola egiziana del Sinai, in un agguato rivendicato dalla branca locale dello Stato Islamico. L’omicidio è avvenuto il 30 giugno, terzo anniversario delle dimostrazioni contro l’allora Presidente Mohamed Morsi, che sfociarono il 3 luglio nella sua deposizione e nella presa del potere dell’attuale Capo dello Stato, l’allora Ministro della Difesa, Abdel Fatah al Sisi.
“P. Moussa, 46 anni, della chiesa Mar Girgis a el Arish, è stato ucciso da colpi di arma da fuoco mentre stava rientrando a casa dopo la Messa", riferisce un comunicato della Chiesa copta egiziana. “La Chiesa copta ortodossa con il papa Twadros presenta le sue condoglianze alla famiglia del martire e condanna tutti gli atti terroristi che minacciano la sicurezza della patria e hanno come obiettivo di dividere i suoi figli. Dio protegga l'Egitto da ogni pericolo”.
Nella stessa località nel luglio 2013 era stato ucciso un altro sacerdote copto p. Mina Aboud ( Vedi Fides 8/7/2013). (L.M.) (Agenzia Fides 2/7/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network