AFRICA/KENYA - Almeno tre morti in scontri per furti di bestiame nel nord-ovest

giovedì, 23 giugno 2016 gruppi armati  



Nairobi (Agenzia Fides)-Rimane alta la tensione lungo la linea di confine tra la contea di Kisumu e quella di Nandi, nel nord-ovest del Kenya, dove negli ultimi giorni almeno tre persone sono morte in scontri tra le comunità Luo e Nandi.
Diverse persone da entrambe le parti del confine, in particolare donne, anziani e bambini, hanno abbandonato le loro case per paura di ulteriori attacchi.
Circa 425 persone si sono rifugiate presso l’Africa Inland Church di Achego e sono assistite dalla Croce Rossa keniana.
Gli scontri sono originati da furti di bestiame, ma la possibilità che episodi di questo genere possano essere alimentati e sfruttati a fini elettorali è stata denunciata dai Vescovi cattolici e dagli altri leader religiosi del Kenya che hanno messo sotto accusa i discorsi incitanti all’odio predicati da alcuni politici in vista delle elezioni del 2017 (vedi Fides 30/5/2016 e 15/6/2016) . In particolare a marzo l’Inter-Religious Council of Kenya ha lanciato l’allarme sulla formazione di milizie di alcune parti politiche “che seminano la violenza” in vista delle elezioni (vedi Fides 1/4/2016), mentre ad aprile i Vescovi hanno denunciato il tribalismo e la radicalizzazione dei giovani “in gruppi pericolosi, che creano insicurezza” (vedi Fides 12/4/2016). (L.M.) (Agenzia Fides 23/6/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network