ASIA/INDIA - I religiosi indiani: 40 opere di misericordia per il Giubileo

lunedì, 13 giugno 2016 giubileo della misericordia   ordini religiosi   chiese locali   opere sociali  

CRI

New Delhi (Agenzia Fides) – “L'Anno della Misericordia è qualcosa di reale, non è semplicemente dire una preghiera o partecipare a una conferenza. Possiamo rispondere alla chiamata di Papa Francesco avviando generosamente piani di azione concreti, per beneficiare i poveri e i sofferenti”: lo dice all’Agenzia Fides il Salesiano p. Joe Mannath, Segretario nazionale della “Conferenza dei Religiosi Indiani” (CRI), che unisce le congregazioni e gli ordini religiosi presenti in India.
“I bisogni sono urgenti, le possibilità sono grandi, e noi religiosi siamo in una posizione migliore rispetto alla maggior parte della gente: il nostro contributo può fare la differenza”, spiega p. Mannath. Per questo la Conferenza dei Religiosi in India ha proposto a tutte le congregazioni un piano di azione che suggerisce oltre 40 impegni pratici da coltivare durante il Giubileo e da continuare anche una volta che sia terminato l’Anno speciale della Misericordia.
“Sono 40 piani d'azione da scegliere: siamo già nel mese di giugno e metà dell'anno è già trascorsa. Questa proposta può essere anche un buon momento per verificare quello che noi religiosi stiamo facendo personalmente e come comunità, come province e ordini religiosi” afferma il Salesiano.
Le azioni proposte incoraggiano opere che si possono svolgere a livello personale, ma anche a livello comunitario: promuovere gesti di perdono e riconciliazione; donare il sangue o diventare donatori di organi; attivare una borsa di studio e sostenere un ragazzo povero; visitare e curare regolarmente malati, anziani e carcerati; trattare con rispetto e giustizia i lavoratori e i dipendenti impegnati nelle case dei religiosi; occuparsi di bambini di strada e tossicodipendenti; impegnarsi nel lavoro di istruzione, catechismo e aiuto scolastico per le famiglie indigenti. Il piano incoraggia ogni religioso a “compiere almeno tre atti di misericordia ogni giorno”. (PA) (Agenzia Fides 13/6/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network