AFRICA/KENYA - “Occorrono leader che pensino al benessere di tutti i keniani” dice il Vescovo di Malindi

lunedì, 6 giugno 2016 elezioni   vescovi  

Nairobi (Agenzia Fides) - “Vogliamo leader veramente nazionali, non basta dire ‘sisi watu wa Kenya’ (‘noi il popolo del Kenya’, in swahili) mentre le loro azioni dicono il contrario” ha affermato S.E. Mons. Emmanuel Barbara, Vescovo di Malindi, in un’intervista al Catholic Mirror, il mensile promosso dalla Conferenza Episcopale del Kenya,
Mons. Barbara intende così invitare i keniani a votare nelle elezioni generali del 2017 per candidati integri, che abbiano a cuore l’interesse di tutta la nazione, superando le divisioni etniche e tribali. I Vescovi cattolici, insieme ai leader delle altre confessioni religiose del Kenya, hanno espresso la loro preoccupazione per i segnali che lasciano presagire nuove violenze durante la campagna elettorale (vedi Fides 30/5/2016).
Ad aprile, il comunicato conclusivo dell’Assemblea Plenaria della Conferenza Episcopale aveva denunciato i mali che affliggono il Paese, ad iniziare dalla corruzione della vita politica e dal tribalismo (vedi Fides 12/4/2016). I leader religiosi hanno pure denunciato la creazione di milizie per seminare violenza in previsione delle elezioni (vedi Fides 1/4/2016).
Mons. Barbara quindi invita il governo a consultarsi con la Chiesa per affrontare insieme le problematiche nazionali ed ha sottolineato che se “la Chiesa ha idee diverse di quelle del governo” essa però opera “con buone intenzioni per il suo popolo”.
Ricordando che “la Chiesa cattolica è lo sponsor principale delle strutture educative e sanitarie del Paese” il Vescovo di Malindi ha deplorato che non sia stata consultata dal governo sulla questione delle vaccinazioni antitetaniche per ragazze e donne in età fertile, che si teme possano nascondere un programma di controllo delle nascita (vedi Fides Fides 19/11/2014). (L.M.) (Agenzia Fides 6/6/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network