AMERICA/PARAGUAY - “Perché emigrano i nostri fratelli?” da 25 anni la risposta è sempre la stessa, per necessità

venerdì, 3 giugno 2016 diritti umani   povertà   chiese locali  

atlasweb.it

Asuncion (Agenzia Fides) – La Chiesa paraguaiana sta celebrando la XXV “Settimana del Migrante e del Rifugiato in Paraguay”, sul tema “I migranti ci chiamano alla misericordia”. La Settimana culminerà domenica prossima, 5 giugno, con la “Giornata nazionale del Migrante”, che prevede una Messa solenne nella Cattedrale di Nostra Signora dei Miracoli di Caacupé, Patrona del paese.
La Pastorale della Mobilità Umana, in sintonia con la Conferenza Episcopale Paraguaiana, celebrò la prima Settimana del Migrante nel 1991, sul tema “Perché migrano i nostri fratelli?”. “Dopo 25 anni – afferma la nota pervenuta a Fides dalla Conferenza Episcopale – la domanda continua a sussistere, e la risposta principale è sempre la necessità”.
Celebrare la Settimana del Migrante in Paraguay, spiega il testo, significa vivere la solidarietà e l’impegno verso i fratelli stranieri che vivono nel nostro paese, i paraguaiani e le paraguaiane che vivono in altri paesi del mondo, i rifugiati e i connazionali che migrano di città in città.
“In questo Anno della Misericordia – conclude la nota – siamo invitati da Papa Francesco ad essere misericordiosi come Chiesa di origine, di transito, di destinazione e di accoglienza, di chi parte come di chi arriva, e soprattutto di quanti necessitano di incontrare nel loro cammino il volto misericordioso di Cristo”. (SL) (Agenzia Fides 03/06/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network