AFRICA/SUD SUDAN - L’arrivo delle piogge aggrava la situazione degli oltre 700 mila profughi

mercoledì, 25 maggio 2016 rifugiati  

Trevor Snapp/Pulitzer Center

Yida (Agenzia Fides) – Continua l’emergenza nel campo profughi di Yida, Sud Sudan. Vento forte e piogge torrenziali hanno distrutto le tende e lasciato migliaia di persone in gravi difficoltà. Secondo fonti locali, la maggior parte dei residenti del campo, circa 35 mila, stanno affrontando l’inizio della stagione delle piogge allo scoperto. Non hanno ricevuto tende e coperture plastificate che le organizzazioni umanitarie avrebbero dovuto distribuire prima dell’arrivo delle precipitazioni. Le strade fangose costituiscono un serio problema per il trasporto dei generi di conforto e spesso vengono spazzate via rendendole inaccessibili da parte delle organizzazioni. Le razioni alimentari sono state ridotte per gli oltre 700 mila profughi e le organizzazioni umanitarie stanno ridimensionando gli aiuti. I profughi hanno lanciato il loro grido di aiuto sollecitando la consegna di teli di plastica per timore che la situazione possa ulteriormente peggiorare nei prossimi giorni. Nel frattempo, l’UNHCR sta pianificando lo spostamento dei rifugiati presso altro campi. La stagione delle piogge dura da maggio a novembre.
(AP) (25/5/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network