AMERICA/CILE - Suore di clausura escono dalle loro celle per incontrare altre donne che vivono dietro le sbarre

lunedì, 23 maggio 2016 ordini religiosi   chiese locali   animazione missionaria   donne  
Suore di clausura al Centro Penitenziario Femminile

Suore di clausura al Centro Penitenziario Femminile

Santiago (Agenzia Fides) – Un gruppo di suore di clausura sono uscite dalle loro celle monastiche per incontrare altre donne che vivono dietro le sbarre delle prigioni. Settantuno suore di sei monasteri di clausura di Santiago del Cile, sono andate ad incontrare infatti le detenute del Centro Penitenziario Femminile, nel giorno del Giubileo della vita contemplativa, per l'Anno Santo della Misericordia.
Ieri, domenica 22 maggio, è stata una giornata particolare in quella prigione: non solo c'era, come fa spesso, l'Arcivescovo di Santiago, il Card. Ricardo Ezzati, e il Vicario per la Vita Consacrata, mons. Jorge Concha, ma anche 71 suore contemplative che hanno interrotto la clausura per partecipare alla Messa e ad un momento di incontro con molte altre donne detenute.
Il Card. Ezzati durante l'omelia ha detto: "Non so di preciso se nella storia di Santiago, nei suoi 400 anni, si è visto ciò che abbiamo visto oggi", facendo riferimento alle suore uscite dalla clausura per incontrare altre donne.
Alla fine della messa, le religiose hanno intonato un canto tradizionale cileno alla Vergine, accompagnandolo spontaneamente con qualche passo di danza che presto ha coinvolto diverse suore e detenute, lasciando il Cardinale e gli altri presenti felicemente sorpresi. E’ seguito un momento di convivenza molto partecipato, tanto che le detenute hanno chiesto di ripetere questa esperienza.(CE) (Agenzia Fides, 23/05/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network