AFRICA/RWANDA - Le confessioni religiose riaffermano il loro impegno per riconciliazione nazionale

sabato, 21 maggio 2016 pace   dialogo  


Kigali (Agenzia Fides)-“Siamo convinti che l’unità e la riconciliazione sono in linea con quello che dicono le Sacre Scritture, per questo nel 2000 abbiamo creato il Christian Gacaca che ha contributo a offrire alla nostra popolazione una giustizia riparativa. Abbiamo pubblicato anche libri sull’unità e la riconciliazione” ha affermato a Rwanda Times, Sua Ecc. Mons. Philippe Rukamba, Vescovo di Butare, che ha spiegato il senso dell’impegno della Chiesa cattolica nella Commissione per l’Unità e la Riconciliazione Nazionale (NURC).
A questo organismo hanno aderito, oltre alla Chiesa cattolica, tutte le confessioni religiose del Rwanda, che si sono impegnate a promuovere in particolare il programma Ndi Umunyarwanda (“Sono un rwandese” in Kinyarwanda).
A questo proposito il Vescovo emerito anglicano John Kabango Rucyahana, Presidente della NURC, ha spiegato che “quello che finora abbiamo ottenuto in termini di unità e riconciliazione è soddisfacente ma vogliamo collaborare e cooperare con organizzazioni religiose e fondate sulle fede per promuovere Ndi Umunyarwanda, in modo da accelerare la riconciliazione tra il nostro popolo”.
I tribunali Gacaca sono invece tribunali tradizionali incaricati di giudicare coloro che sono accusati di reati quali saccheggi e ferimenti di persone durante i tragici avvenimenti del 1994 (vedi Fides 21/10/2009). (L.M.) (Agenzia Fides 21/10/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network