AFRICA/CONGO RD - “Non ci sono mercenari nella mia diocesi” afferma il Vescovo di Kilwa-Kasenga

giovedì, 12 maggio 2016 elezioni   gruppi armati   vescovi  

Kinshasa (Agenzia Fides) - “Non c’è alcun campo d’addestramento né alcun mercenario nel territorio della diocesi di Kasenga”. È formale il Vescovo di Kilwa-Kasenga, Fulgence Muteba Mugalu, nell’ex provincia del Katanga, nel sud della Repubblica Democratica del Congo, nel smentire le accuse della giustizia congolese secondo le quali l’ex governatore del Katanga e principale candidato dell’opposizione alle elezioni presidenziali, Moïse Katumbi, avrebbe reclutato dei mercenari per destabilizzare il Paese (vedi Fides 10/5/2016).
“Le accuse sulla presenza di mercenari nella mia diocesi è un’affermazione grossolana” ha detto Mons. Muteba in un’intervista televisiva.
In un’altra intervista, apparsa sulla carta stampata, il cui testo è pervenuto all’Agenzia Fides, il Vescovo di Kilwa-Kasenga afferma: “ per quanto ne so, non ci sono stranieri a Pweto, né a Kilwa e a Kashobwe. I soli stranieri che vedo, sono degli operatori forestali che devastano la nostra foresta. Non ho mai ospitato stranieri, né dei Rambo, né dei Ninja o dei ranger sudafricani”.
“Ogni volta che si presenta un problema di sicurezza, sappiamo segnalarlo a chi di diritto” ha proseguito Mons. Muteba. “Abbiamo tanti soldati disseminati dappertutto e non abbiamo mai sentito di uno scontro tra i nostri soldati e presunti miliziani. È una storia inventata di sana pianta, una specie di fiction” ha concluso.
Nel frattempo la Corte Costituzionale ha stabilito che il Presidente uscente, Joseph Kabila, rimarrà in carica anche oltre la scadenza del suo mandato, il 19 dicembre, nel caso in cui le elezioni dovessero essere posticipate. La data delle elezioni presidenziali non è stata ancora stabilita e l’opposizione teme che Kabila possa prolungare il suo mandato ben oltre la sua scadenza. (L.M.) (Agenzia Fides 12/5/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network