AMERICA/VENEZUELA - I Vescovi delle diocesi confinanti di Colombia e Venezuela: urge riaprire la frontiera

giovedì, 12 maggio 2016 politica   vescovi   aree di crisi   gruppi armati  
Colombia e Venezuela: urge riaprire la frontiera

Colombia e Venezuela: urge riaprire la frontiera

Tachira (Agenzia Fides) – Il Vescovo della diocesi di San Cristobal (Venezuela), Sua Ecc. Mons. Mario del Valle Moronta Rodríguez, e il Vescovo della diocesi di Cucuta (Colombia), Sua Ecc. Mons.Victor Manuel Ochoa, si sono incontrati a Tachira con il governatore di quella città del Venezuela, José Vielma Mora, e hanno insistito sull’urgenza di chiedere alle autorità di riaprire la frontiera. Mons. Moronta informa, nella nota pervenuta a Fides, che "oltre a riaffermare i vincoli di comunione fraterna tra i Pastori e le Chiese locali limitrofe, l'incontro è servito ad esaminere la situazione attuale della zona di confine".
Le frontiere sono state chiuse nel settembre 2015 (vedi Fides 1 e 3/09/2015), per decisione del Presidente venezuelano, con l’espulsione di un migliaio di colombiani, adducendo come motivi la difesa dei diritti umani e della sicurezza alimentare dei venezuelani. Secondo il governo, quasi la metà dei prodotti alimentari venezuelani veniva contrabbandata in Colombia.
Secondo i Vescovi di Venezuela e Colombia, riaprire le frontiere sarà solo un fatto positivo per i due paesi fratelli, oltre ad essere molto utile per le persone e le comunità della zona di confine. Entrambi i rappresentanti della Chiesa si sono offerti volontari per diventare intermediari, se necessario, e si sono messi a disposizione delle autorità dei due paesi.
La nota conclude informando che la settimana prossima, nella città di Cucuta (Colombia), si terrà un incontro a livello ecclesiale dei due Vescovi, dei direttori della Caritas delle due Diocesi e dei Vicari pastorali.
(CE) (Agenzia Fides, 12/05/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network