AMERICA/VENEZUELA - “Essere cittadini pacifici ma attivi”: i Vescovi sulla grave situazione del paese

giovedì, 28 aprile 2016 chiese locali   conferenze episcopali   aree di crisi   politica  
Situazione sociale Venezuela

Situazione sociale Venezuela

Caracas (Agenzia Fides) – "Mai prima d'ora i venezuelani avevano sofferto una estrema mancanza di prodotti di prima necessità come il cibo e le medicine, insieme ad altri mali come la delinquenza criminale e disumana, il razionamento di energia elettrica e acqua, la corruzione profonda, a tutti i livelli di governo e della società”: così inizia il comunicato della Conferenza Episcopale venezuelana che si esprime dinanzi alla terribile crisi economica e politica che vive il paese.
Nel testo, pervenuto a Fides, si afferma: “Vogliamo mettere in guardia la gente. Per non essere manipolati da chi offre un cambiamento della situazione attraverso la violenza sociale. Ma non bisogna neanche seguire la rassegnazione o il silenzio per le minacce. Non dobbiamo mai essere cittadini passivi e conformisti, ma soggetti della nostra realtà… soggetti pacifici, ma attivi, e quindi agire come protagonisti delle trasformazioni della nostra storia e della nostra cultura”.
I Vescovi si rivolgono quindi alle autorità, chiedendo loro “di ascoltare con rispetto la voce del popolo”, ed anche ai responsabili della violenza sociale: “Avvertiamo anche coloro che approfittano della situazione, sfruttando i bisogni degli altri, che questo è un crimine e un peccato mortale!”.
“Per preservare la sana convivenza – continua il comunicato -, denunciamo e condanniamo i terribili casi di linciaggio perpetrati in alcune città” (vedi Fides 12/04/2016).
Riguardo infine alla difficile situazione di lacerante divisione politica, la Conferenza Episcopale afferma: “Le autorità pubbliche devono rispettarsi fra loro e lavorare in favore della nazione. L'Esecutivo e l'Assemblea Nazionale sono chiamate a dare al popolo un esempio di ‘incontro e di dialogo’ a favore della convivenza nazionale".
Nella conclusione del documento, i Vescovi venezuelani invitano "tutti nella Chiesa, diocesi, parrocchie, istituti religiosi, associazioni e gruppi di apostolato, istituti educativi cattolici, gruppi di riflessione", a "mettere urgentemente al primo posto la carità".
(CE) (Agenzia Fides, 28/04/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network